esercito-salvezza-massoneria

Una delle tante prove di come l’Esercito della Salvezza collabora con la Massoneria. Questo è un pranzo offerto dall’Esercito della Salvezza ai bisognosi a Detroit IN UN TEMPIO MASSONICO.

Leggi il mio libro ‘La Massoneria smascherata’


Tratto da: http://giacintobutindaro.org/2013/01/11/esercito-della-salvezza-e-massoneria/


William Booth 1A quanti affermano che non vi sono prove concrete che dimostrino l’appartenenza alla Massoneria di William Booth, il fondatore dell’Esercito della Salvezza, vorrei portare alla vostra attenzione i seguenti riscontri. Durante tutto il corso della sua vita, possiamo palesemente vedere che William Booth era solito mettere la sua mano (la destra generalmente), dentro la sua giacca. Perché questo è importante? Nella Massoneria questo gesto è noto come “mano nascosta di Jahbulon” (alias Segno del Maestro del Secondo Velo) è veniva fatto in modo tale da mostrare clandestinamente ai propri fratelli massoni, l’appartenenza alla fratellanza. L’espressione si riferisce al fatto che i massoni si sentono di essere la mano nascosta che determina il corso della storia del mondo.

Se si considerano tutti i potenti del mondo che hanno preso parte a questa cospirazione, non vedo alcun motivo per non essere d’accordo. Jah-bul-on è il risultato della trinità di dei della Massoneria: ‘Jah’ che sta per Jahweh, a cui viene aggiunto ‘Bel’ o ‘Bul’ che sta per Baal l’antico dio dei Cananei, e poi ‘On’ che sta per Osiris, il dio degli Egizi.”

Se osservate attentamente questa fotografia potete vedere William Booth indossare una maglietta con il logo originale dell’Esercito della Salvezza. Essa presenta il sole con addosso una corona, il che ha senso, visto che Yahweh, Baal e Osiris sono tutti legati all’adorazione del sole. Contiene anche un vero e proprio serpente simile ad una  ‘S’ avvolto a quanto pare attorno alla croce di Cristo. Naturalmente il serpente avvolto alla croce ha un’origine occulta.

salvation_army_logo

William Booth 2

 

William-and-Catherine-Boothbooth1William Booth 3

 

booth2

 

 

WilliamBooth-1William Booth with Family

Molti leader mondiali nel corso della storia (soprattutto nel diciottesimo e nel diciannovesimo secolo) sono stati fotografati e immortalati nell’arte mentre facevano questo gesto massonico. la più conosciuta di esse, è quella di Napoleone. Ciò che non è stato compreso se non soltanto negli ultimi anni, è stato l’importanza del gesto. Vi esorto fratelli e sorelle a fare le vostre ricerche per conto proprio e confermare così la verità per voi stessi.

napoleone-bonaparte

abe_lincoln

Guerra civile americana. Abraham Lincoln, Allan Pinkerton e John A. McClernand. Foto: U.S. National Archives

Qui vediamo due uomini con il presidente Lincoln che compiono il medesimo gesto. Notate che Lincoln non sta facendo il gesto della mano nascosta? Egli era infatti circondato dai suoi nemici.

john-w-booth-hid-hand

Costui invece è John Wilkes Booth (1838- 1865), attore statunitense che si rese colpevole dell’assassinio del presidente americano Abraham Lincoln. Anch’egli era un massone da quanto si può evincere dalla posa massonica.

stalinwashington

Joseph Stalin e George Washington

KarlMarxHiddenHand

Karl Marx

Salomon_Rothschild

Salomon Rothschild banchiere ebreo e il fondatore del ramo viennese dei prominenti Rothschild.

Hiden-hand-masonry

Un’illustrazione del segnale della mano nascosta presa da un libro massonico.

salvation-army-symbols

È interessante notare come l’adepto luciferino e massone di 33° William Booth, abbia adottato  uno scudo rosso come logo per il suo ministero cristiano, che ancora oggi opera liberamente ed è sostenuta a livello mondiale. Red Shield [scudo rosso in italiano, ndr], si pronuncia “Rothschild” in tedesco.

Per chi volesse approfondire l’argomento sui segnali massonici di riconoscimento, andate al seguente link: http://gianlucacolucci.org/2014/12/18/segnali-massonici-di-riconoscimento/

Gianluca Colucci