gesù-destra-dio

Gesù Cristo, dopo che risuscitò dai morti a cagione della nostra giustificazione, fu assunto in cielo e si pose a sedere alla destra di Dio. Fu Dio Padre a farlo sedere alla propria destra, “ne’ luoghi celesti, al di sopra di ogni principato e autorità e potestà e signoria, e d’ogni altro nome che si nomina non solo in questo mondo, ma anche in quello a venire” (Efesini 1:20-21), avendogli dato “il nome che è al disopra d’ogni nome, affinché nel nome di Gesù si pieghi ogni ginocchio nei cieli, sulla terra e sotto la terra, e ogni lingua confessi che Gesù Cristo è il Signore, alla gloria di Dio Padre” (Filippesi 2:9-11).

Gli angeli in cielo gli sono sottoposti ed è ordinato loro di adorarlo, secondo che ha detto Dio: “Tutti gli angeli di Dio l’adorino!” (Ebrei 1:7). E difatti Giovanni nella visione che ebbe sull’isola di Patmo, udì “una voce di molti angeli attorno al trono e alle creature viventi e agli anziani; e il numero loro era di miriadi di miriadi, e di migliaia di migliaia, che dicevano con gran voce: Degno è l’Agnello che è stato immolato di ricever la potenza e le ricchezze e la sapienza e la forza e l’onore e la gloria e la benedizione” (Apocalisse 5:11-12).
Gesù Cristo dunque, che era stato fatto da Dio di poco inferiore agli angeli, è stato da Lui coronato di gloria e di onore e questo a motivo della morte sulla croce che Egli ha patita per noi, per compiere la propiziazione dei nostri peccati e riconciliarci tramite di essa con Dio.

Ma Gesù ha promesso che ritornerà dal cielo, e quando ciò avverrà i morti in Cristo risusciteranno incorruttibili, e noi viventi saremo mutati, e verremo insiem con loro rapiti sulle nuvole, a incontrare il Signore nell’aria. Allora si compirà la redenzione del nostro corpo, che noi aspettiamo con fede e pazienza.

Poi – come dice l’apostolo Paolo – “verrà la fine, quand’egli avrà rimesso il regno nelle mani di Dio Padre, dopo che avrà ridotto al nulla ogni principato, ogni potestà ed ogni potenza. Poiché bisogna ch’egli regni finché abbia messo tutti i suoi nemici sotto i suoi piedi” (1 Corinzi 15:24-25).

Siamo grandemente consolati dunque noi “che abbiam cercato il nostro rifugio nell’afferrar saldamente la speranza che ci era posta dinanzi; la quale noi teniamo qual’àncora dell’anima, sicura e ferma e penetrante di là dalla cortina, dove Gesù è entrato per noi qual precursore” (Ebrei 6:18-20), e dove Egli intercede per noi e ci difende dalle calunnie di Satana in quanto Gesù Cristo è il nostro avvocato presso Dio Padre (Romani 8:34; 1 Giovanni 2:1).

A Dio sia la gloria in Cristo Gesù ora e in eterno. Amen.

Giacinto Butindaro


Tratto da: http://giacintobutindaro.org/2014/01/18/gesu-cristo-e-seduto-alla-destra-di-dio-nei-luoghi-celesti/