battesimo-falso

Il battesimo degli infanti (pedobattesimo) – rito consistente nell’aspergere di acqua il capo del bambino che viene esercitato sia nella Chiesa Cattolica Romana che in alcune Chiese Protestanti – è un battesimo falso, perché la Parola di Dio insegna innanzi tutto che per essere battezzati occorre prima avere creduto nel Vangelo, e poi che il battesimo a cui deve essere sottoposto il credente è per immersione nell’acqua, difatti è così che Filippo l’evangelista battezzò l’eunuco, secondo che è scritto: “E Filippo prese a parlare, e cominciando da questo passo della Scrittura gli annunziò Gesù. E cammin facendo, giunsero a una cert’acqua. E l’eunuco disse: Ecco dell’acqua; che impedisce che io sia battezzato? E comandò che il carro si fermasse; e discesero ambedue nell’acqua, Filippo e l’eunuco; e Filippo lo battezzò. E quando furon saliti fuori dell’acqua, lo Spirito del Signore rapì Filippo” (Atti 8:35-39). D’altronde la stessa parola greca «baptizo» significa ‘immergere’, ‘tuffare’, e non versare o aspergere.

Giacinto Butindaro


Tratto da: http://giacintobutindaro.org/2014/04/25/il-battesimo-degli-infanti-e-un-battesimo-falso/