smassonizzazione-chiesa

A sentire parlare certi cosiddetti Cristiani il problema per la Chiesa è il «fondamentalismo» (con questo termine viene generalmente indicato «un movimento di ritorno a quelli che si considerano i principi che definiscono o fondano la religione. In particolare è venuto ad indicare qualsiasi enclave religiosa che si opponga intenzionalmente ad identificarsi con il gruppo religioso più vasto nel quale originariamente era sorta, ritenendo che i principî fondamentali su cui il gruppo religioso più grande si fonda si siano corrotti o siano stati rimpiazzati da altri principî ostili alla sua identità» http://it.wikipedia.org/wiki/Fondamentalismo) dei Cristiani, e non il relativismo (una posizione filosofica che nega l’esistenza di verità assolute) dei massoni che sono in mezzo alla Chiesa; e quindi il pericolo sono i «fondamentalisti» e non i massoni.
Come mai? Molto semplice; perché la Chiesa è massonizzata, e i fondamentalisti come noi sono una minaccia per la massonizzazione a cui è stata sottoposta la Chiesa da parte dei massoni. In altre parole, la paura dei massoni è che la Chiesa tornando alla Parola di Dio da cui si è allontanata (e il «fondamentalismo cristiano» – chiamato dai massoni anche ‘fanatismo’ e ‘integralismo’ – si propone di far tornare la Chiesa alla Parola di Dio, cioè ad accettarla per quella che è ossia «LA VERITA’ ASSOLUTA» e quindi a proclamarla e praticarla condannando ogni pensiero e comportamento che va contro la dottrina di Dio), rigetti il loro relativismo (che spinge a credere che certi comandamenti di Dio o certi insegnamenti biblici sono opinabili e interpretabili in maniera differente dal senso letterale perché ‘i tempi sono cambiati’) e si metta a smascherarlo.
In altre parole, i massoni temono la smassonizzazione della Chiesa, che peraltro è già in atto perché sempre più fratelli stanno comprendendo cosa è la Massoneria e la sua filosofia, e rigettando quindi le dottrine e i principi massonici presenti nelle Chiese.
Detto ancora in altre parole, i massoni temono le seguenti cose:
che la Chiesa si metta a predicare ai peccatori il ravvedimento, e quindi il dovere degli uomini di cambiare modo di pensare, il che va contro la cosiddetta libertà di pensiero sbandierata dalla Massoneria;
che si metta a predicare l’ira di Dio e il giudizio a venire contro coloro che rifiuteranno di ravvedersi e credere in Gesù Cristo, tutte cose che la Massoneria detesta perché dice che anche coloro che non credono in Gesù entreranno in paradiso;
che si metta a predicare che Dio è un vendicatore e castiga, il che va contro l’idea della Massoneria secondo cui Dio non è vendicatore e non castiga nessuno;
che si metta a confutare pubblicamente mediante le Scritture le eresie delle religioni (in particolare quelle della Chiesa Cattolica Romana e della Massoneria) e delle Chiese Evangeliche, il che equivarrebbe a mettersi a fare quelle che la Massoneria chiama guerre di religione o di opinioni e che la Massoneria marchia come espressioni di fanatismo religioso che non si addicono ai nostri tempi perché producono solo divisioni tra gli uomini invece che promuovere rapporti di amicizia e di rispetto, e poi simili ‘guerre’ andrebbero contro la cosiddetta libertà di religione per tutti che la Massoneria promuove e per la quale combatte;
che si metta a predicare la santificazione, e quindi ad ordinare ai santi di astenersi dalle mondane concupiscenze (divertimenti e piaceri della vita), e a condannare pubblicamente le opere della carne come la fornicazione e l’omosessualità (e quindi le convivenze eterosessuali e quelle omosessuali), l’aborto, le seconde nozze per i divorziati, il che andrebbe contro il libero arbitrio promosso dalla Massoneria secondo cui l’uomo è libero di fare quello che vuole della propria vita senza dover sottostare ad una volontà esterna di qualcuno che gli dica cosa è giusto o cosa non è giusto fare;
che si metta a vietare alla donna di insegnare, a ordinare che la donna si vesta con verecondia e modestia, e che si metta il velo quando prega o profetizza, il che andrebbe contro l’emancipazione femminile a cui la Massoneria tiene tanto e contro il principio della libertà secondo cui l’individuo è libero di comportarsi come meglio crede senza dovere sottostare ad alcun dogma della Chiesa, principio sostenuto strenuamente dalla Massoneria;
che la Chiesa si metta a predicare la separazione dal mondo e quindi si schieri contro il fare politica o lotte sociali per il miglioramento del mondo che è invece quello che si propone la Massoneria di far fare alla Chiesa per distrarla dalla buona guerra e fargli abbandonare la santificazione;
che rifiuti di mettersi con gli infedeli e quindi rifiuti l’ecumenismo con la Chiesa Cattolica Romana e il dialogo interreligioso bollando questi comportamenti come diabolici, il che andrebbe contro l’idea della Massoneria che «è di riunire tutte le religioni e creare una religione universale: religione nella quale tutti gli uomini si accordano»;
che rigetti le intese che diverse Chiese hanno fatto con lo Stato, intese che servono alla Massoneria per mettere il bavaglio e tenere al guinzaglio le Chiese; solo per citare alcune delle cose che teme la Massoneria.
Avete capito allora da quali ambienti vengono le accuse contro di noi? Avete capito il perché di tanto odio e disprezzo verso di noi da parte di certuni che si definiscono Cristiani? Dietro tutto questo odio e tutte queste accuse contro di noi in realtà c’è il diavolo, che sta reagendo in questa maniera all’efficace smascheramento di una delle sue opere progettate da lui per distruggere la Chiesa dal suo interno, ossia la Massoneria.

Chi ha orecchi da udire, oda

Giacinto Butindaro


Tratto da: http://giacintobutindaro.org/2014/05/03/i-massoni-temono-la-smassonizzazione-della-chiesa/