rosario-cattolico

I Cattolici Romani sostengono che la Chiesa Cattolica Romana sia l’unica vera “chiesa” ma ignorano del tutto i suoi insegnamenti blasfemi, soprattutto quelli riguardanti Maria. La religione cattolica viene direttamente dall’inferno! Il Concilio Vaticano II è il Catechismo della Chiesa Cattolica ribadiscono l’eresia cattolica secondo cui Maria sarebbe la madre di Dio senza peccato, ascesa corporalmente nella gloria del cielo per essere coronata come Regina del Cielo, per ascoltare e rispondere alle preghiere dei credenti. Ovviamente niente di tutto ciò è dimostrabile con le Sacre Scritture visto che da nessuna parte nella Bibbia si possono trovare tali insegnamenti.

Maria NON È la Regina del Cielo, non è stata nemmeno assunta corporalmente in cielo e certamente NON ERA SENZA PECCATO! La madre della natura umana di Gesù Cristo era una peccatrice, proprio come me e te (cfr. Romani 3:23). L’unica persona senza peccato che abbia mai camminato sulla terra è il Signore Gesù Cristo:

“egli, che NON COMMISE PECCATO, e nella cui bocca non fu trovata alcuna frode.” (1 Pietro 2:22)

“Colui che NON HA CONOSCIUTO PECCATO, Egli l’ha fatto esser peccato per noi, affinché noi diventassimo giustizia di Dio in lui.” (2 Corinzi 5:21)

“Perché non abbiamo un Sommo Sacerdote che non possa simpatizzare con noi nelle nostre infermità; ma ne abbiamo uno che in ogni cosa è stato tentato come noi, PERÒ SENZA PECCARE.” (1 Corinzi 5:21)

Il rosario cattolico è una preghiera a Maria. Sebbene i Cattolici amino negare la loro idolatria verso Maria, il secondo comandamento del Decalogo proibisce chiaramente di prostrarsi davanti a QUALSIASI immagine che ritragga cose che sono in cielo o sulla terra o sotto di essa (cfr. Esodo 20:4-6). Il culto a Maria è peccato! Giovanni Paolo II è stato il più grande mariano che abbia mai calcato la terra. Nel suo libro “Varcare la soglia della speranza” egli testimonia che la sua devozione personale per Maria è nata nel sito mariano di Jasna Gora (dove si trova la Madonna Nera) in Polonia (Varcare la soglia della speranza, pag. 220). Wojtyla ha fatto addirittura ricamare il suo motto mariano «Totus Tuus», (Tutto tuo) sugli indumenti papali, per dimostrare il suo “affidamento a Maria” (Varcare la soglia della speranza, pag. 215). Dopo il tentato assassinio del papa nel maggio del 1981, Wojtyla ha attribuito la sua guarigione a Maria e fu proprio nei santuari di Jasna Gora e Fatima dove espresse tutta la sua gratitudine alla “Regina del Cielo”. Pregava Maria ogni giorno ed infatti le sue preghiere erano in abominio al Signore.

“Io sono l’Eterno; tale è il mio nome; e io non darò la mia gloria ad un altro, né la lode che m’appartiene agl’idoli.” (Isaia 42:8)

Secondo la Biblioteca Mariana, circa l’80% dei luoghi di culto cattolici sono dedicati a Maria. (Diversi anni fa, Wilson Ewin, il quale ha studiato e fatto molte ricerche sul Cattolicesimo Romano per decenni, ha riportato che conosceva soltanto una Chiesa cattolica nel mondo intero intitolata a Gesù Cristo. Tutte le altre erano dedicate a Maria o ai “santi” cattolici). Ogni anno, 10 milioni di persone visitano il santuario di Nostra Signora di Guadalupe in Messico, 6 milioni vanno a Lourdes in Francia, 5 milioni a Czestochowa e 4 milioni ad Aparecida in Brasile. Queste sono solo alcune dei più famosi santuari dedicati alla falsa Maria dei Cattolici Romani e sono visitate da persone che sperano di poter ricevere grazie particolari e guarigioni miracolose. Oh che gente insensata e priva di discernimento!

Maria sarebbe anche apparsa a tre pastorelli a Fatica, a nord di Lisbona, in Portogallo nel 1917, presentandosi come “Signora del Rosario” e dando anche le seguenti promesse a coloro che fedelmente reciteranno il rosario.

LE QUINDICI PROMESSE DELLA MADONNA
(Dal libro: De Rosario B. M. Virginis)

1. Coloro che mi serviranno con costanza recitando il Rosario riceveranno qualche grazia speciale.

Non c’è scritto da nessuna parte nella Bibbia che bisogna recitare il Rosario. Dio ODIA queste pratiche vane e antibibliche:

“E nel pregare non usate soverchie dicerie come fanno i pagani, i quali pensano d’essere esauditi PER LA MOLTITUDINE DELLE LORO PAROLE.” (Matteo 6:7)

La preghiera dei Cattolici Romani per eccellenza è l’Ave Maria:

‘Ave o Maria. Piena di grazia il Signore è con te. Tu sei benedetta fra le donne e benedetto è il frutto del tuo seno, Gesù. Santa Maria, Madre di Dio prega per noi, peccatori, adesso e nell’ora della nostra morte’.

Ma dove è scritto che dobbiamo recitare questa preghiera nella Bibbia? Da nessuna parte. Come nemmeno è scritto che Maria era piena di grazia o la Madre di Dio. Gesù ci ha insegnato a pregare il Padre Nostro:

“Voi dunque pregate così: Padre nostro che sei nei cieli, sia santificato il tuo nome; venga il tuo regno; sia fatta la tua volontà anche in terra com’è fatta nel cielo. Dacci oggi il nostro pane cotidiano; e rimettici i nostri debiti come anche noi li abbiamo rimessi ai nostri debitori; e non ci esporre alla tentazione, ma liberaci dal maligno.” (Matteo 6:9-13)

La preghiera dei Cattolici è vana e ripetitiva. Ciò che conta veramente per loro è raggiungere il numero di preghiere stabilito e non il Signore. E provoca anche Iddio ad ira e gelosia visto che solo Lui è degno di essere lodato e adorato:

“Allora Gesù gli disse: Va’, Satana, poiché sta scritto: Adora il Signore Iddio tuo, ED A LUI SOLO RENDI IL CULTO.” (Matteo 4:10)

2. A tutti quelli che reciteranno con devozione il mio Rosario prometto la mia protezione speciale e grandi grazie.

Quale sarebbe la protezione speciale che promette il Rosario? E se il Rosario è di Maria dov’è Dio in tutto questo? Non c’è ed infatti nel Rosario vengono innalzate più preghiere a Maria che al Padre e a Gesù messe insieme. Maria, una creatura umana come tutti, viene innalzata continuamente dai Cattolici ma la Bibbia ci dice chi è Colui che deve essere innalzato:

“E come Mosè innalzò il serpente nel deserto, così bisogna che il Figliuol dell’uomo SIA INNALZATO…” (Giovanni 3:14)

“Ed è perciò che Dio LO HA SOVRANAMENTE INNALZATO e gli ha dato il nome che è al disopra d’ogni nome, affinché nel nome di Gesù si pieghi ogni ginocchio nei cieli, sulla terra e sotto la terra…” (Filippesi 2:9-10)

I Cattolici Romani non fanno altro che parlare di Maria, Maria e ancora Maria ma l’unico nome che salva è quello di Cristo Gesù:

“E IN NESSUN ALTRO È LA SALVEZZA; poiché non v’è sotto il cielo ALCUN ALTRO NOME che sia stato dato agli uomini, per il quale noi abbiamo ad esser salvati.” (Atti 4:12)

3. Il Rosario sarà un’arma potentissima contro l’inferno, eliminerà i vizi, libererà dal peccato, distruggerà le eresie.

Ancora come potrebbero 59 grani ed un crocifisso (che è idolatria) eliminare i vizi, liberare dal peccato e distruggere le eresie se proprio il Rosario è una pratica eretica proveniente dal mondo buddista e musulmano (e quindi pagano)? Semmai è vero il contrario visto che chiunque recita il Rosario è ancora schiavo del peccato e non ha conosciuto la grazia di Dio che scioglie ogni legame. Solo la Parola di Dio che è “la spada dello Spirito” (Efesini 6:17) e in grado di distruggere le eresie. Ecco perché bisogna rimanere fedelmente attaccati ad essa per non essere “sballottati e portati qua e là da ogni vento di dottrina, per la frode degli uomini, per l’astuzia loro nelle arti seduttrici dell’errore” (Efesini 4:14).

4. Farà rifiorire le virtù e le opere sante, otterrà alle anime abbondantissime misericordie da Dio; trarrà i cuori degli uomini dal vano amore del mondo all’amore di Dio e li eleverà al desiderio delle cose eterne. Oh! quante anime si santificheranno con questo mezzo!

Sfido chiunque a dimostrare la veridicità di queste asserzioni con la Bibbia. La Scrittura dice:

“SANTIFICALI nella verità: la tua parola è verità.” (Giovanni 17:17)

È la Parola di Dio che ci santifica (ci divide dal mondo per unirci a Dio). I Cattolici innalzano il Rosario al di sopra della Bibbia stessa. Ma esso non santifica proprio nessuno. Come potrebbero delle vane ripetizioni santificarti? La frase “Ave Maria” non viene menzionata NEPPURE UNA VOLTA nell’intera Bibbia. Riflettici.

5. L’anima che si affida a me col Rosario non perirà.

Un’altra menzogna diabolica. La Bibbia non dice affatto che chi si affida a Maria col Rosario non perirà ma solo chi crede in Cristo Gesù:

“Poiché Iddio ha tanto amato il mondo, che ha dato il suo unigenito Figliuolo, affinché CHIUNQUE CREDE IN LUI NON PERISCA, ma abbia vita eterna.” (Giovanni 3:16)

Puoi recitare un milione di volte il Rosario, andare ogni giorno a Messa o recarti nei vari santuari mariani sparsi nel mondo più volte all’anno, tutto questo non potrà mai salvarti l’anima ed infatti appena morrai andrai dritto all’inferno. Ma sappi anche che Dio ha mandato Suo Figlio nel mondo per salvarlo (cfr. Giovanni 12:47) e che la salvezza è solo PER GRAZIA mediante la SOLA FEDE in Lui (cfr. Romani 3:28-30; Efesini 2:8-9). Tutto quello che devi fare è abbandonare la tua falsa religione ed anche le tue opere morte e Dio ti accoglierà nella famiglia dei credenti in Cristo.

6. Chiunque reciterà il Rosario con devozione con la meditazione dei misteri non sarà oppresso da disgrazie, non sperimenterà l’ira di Dio, non morirà di morte improvvisa, ma si convertirà se peccatore; se invece giusto, persevererà in grazia e sarà giudicato degno della vita eterna.

Ciò che fa convertire il peccatore è solo la predicazione del Vangelo che è “potenza di Dio per la salvezza d’ogni credente” (Romani 1:16). E l’unica speranza di salvezza viene solo da Cristo Gesù:

“Poiché questa è la volontà del Padre mio: che chiunque contempla il Figliuolo e CREDE IN LUI, abbia vita eterna; e io lo risusciterò nell’ultimo giorno.” (Giovanni 6:40)

Le disgrazie colpiscono tutti, credenti e non credenti. Essere un Cristiano oggi non ti renderà la vita più facile ma te la migliorerà perché avrai la certezza che Dio è al tuo fianco e lotta assieme a te.

7. I veri devoti del mio Rosario non moriranno senza i Sacramenti.

Qui l’apparizione mariana contraddice addirittura la stessa dottrina cattolica che afferma che i Sacramenti sono necessari per la salvezza dei Cattolici. E ancora c’è chi crede a queste false promesse mariane!

8. Voglio che coloro che recitano il mio Rosario abbiano in vita e in morte la luce e la pienezza delle grazie; partecipino in vita e in morte dei meriti dei beati.

Anche questo non è scritto da nessuna parte nella Bibbia ma d’altronde non ho mai sentito nessun prete cattolico incoraggiare le persone a leggere la Bibbia ed il motivo vi dovrebbe essere ormai chiaro.

9. Libero ogni giorno dal purgatorio le anime devote del mio Rosario.

Il purgatorio NON ESISTE ma è un’invenzione della Chiesa papista per spillare soldi dai fedeli e arricchirsi quindi sulle spalle dei creduloni. Nella storia del ricco e di Lazzaro che si può leggere nel Vangelo di Luca al capitolo 16 si vede il ricco andare direttamente all’inferno e Lazzaro nel seno d’Abramo (il paradiso dell’Antico Testamento).

10. I veri figli del mio Rosario godranno di una grande gloria in cielo.
11. Qualunque cosa chiederai col Rosario la otterrai.
12. Soccorrerò in ogni loro necessità coloro che diffonderanno il mio Rosario.

Le seguenti promesse sono tutte false e non trovano alcuno riscontro nella Bibbia. Gesù ci ha detto di pregare al Padre nel Suo nome per ricevere SENZA menzionare il Rosario:

“…affinché tutto quel che chiederete al Padre NEL MIO NOME, Egli ve lo dia.” (Giovanni 15:16)

“In verità, in verità vi dico che quel che chiederete al Padre, Egli ve lo darà NEL NOME MIO.” (Giovanni 16:23)

Dio soccorre coloro che lo invocano con la propria bocca SENZA L’AUSILIO DEL ROSARIO:

“e INVOCAMI nel giorno della distretta: IO TE NE TRARRÒ, FUORI, e tu mi glorificherai.” (Salmo 50:15)

D’altronde la stessa Bibbia dice che il nostro aiuto viene da Dio soltanto (cfr. Salmo 121:2) perché VANO è il soccorso dell’uomo (cfr. Salmo 60:11) e quindi anche l’aiuto di Maria che è morta e non può sentire le vostre preghiere (cfr. Ecclesiaste 9:5). Rivolgersi ai morti è una forma di NECROMANZIA e va rigettata in quanto vietata dalla Scrittura.

13. Ho ottenuto da mio Figlio che gli iscritti alla Confraternita del Rosario possano avere per confratelli in vita e in morte tutti i santi del cielo.
14. Coloro che recitano il mio Rosario sono miei figli e fratelli di Gesù Cristo, mio unigenito.
15. La devozione al mio Rosario è un grande segno di predestinazione.

Tutte menzogne che non necessitano nemmeno di essere confutate perché sono palesemente false. Ai tempi di Gesù non esisteva nessuna Confraternita del Rosario. Inoltre per essere figli di Dio (e non di Maria) e fratelli di Gesù Cristo bisogna fare la volontà del Padre:

“Ma egli, rispondendo, disse a colui che gli parlava: Chi è mia madre, e chi sono i miei fratelli? E, stendendo la mano sui suoi discepoli, disse: Ecco mia madre e i miei fratelli! Poiché CHIUNQUE AVRÀ FATTA LA VOLONTÀ DEL PADRE MIO che è ne’ cieli, esso mi è fratello e sorella e madre.” (Matteo 12:48-50)

E state pure certi che non rientra nella volontà del Padre recitare il blasfemo Rosario.

Sull’ultimo punto posso anche concordare visto che coloro che recitano il Rosario sono destinati all’inferno in quanto vasi d’ira preparati per la perdizione (cfr. Romani 9:22). Speriamo che tra questi ce ne siano alcuni che comprendano l’errore della loro via e rinsaviscano, iniziando ad adorare Iddio in ispirito e verità (cfr. Giovanni 4:23-24).

Coloro che recitano il Rosario stanno adorando Dio invano in quanto annullano i comandamenti di Dio con la loro tradizione umana:

“Ma Gesù disse loro: Ben profetò Isaia di voi IPOCRITI, com’è scritto: Questo popolo MI ONORA CON LE LABBRA, ma il cuor loro è lontano da me. Ma INVANO mi rendono il loro culto insegnando dottrine che SON PRECETTI D’UOMINI. Voi, lasciato il comandamento di Dio, STATE ATTACCATI ALLA TRADIZIONE DEGLI UOMINI. E diceva loro ancora: Come ben sapete ANNULLARE il comandamento di Dio PER OSSERVARE LA TRADIZIONE VOSTRA!” (Marco 7:6-9)

Gianluca Colucci