sepolcri-imbiancati-ipocriti

E’ possibile apparire giusti ma nello stesso tempo essere degli ipocriti e dei malvagi, infatti così erano gli scribi e i Farisei ai giorni di Gesù. Egli infatti li rimproverò dicendo: “Guai a voi, scribi e Farisei ipocriti, perché siete simili a sepolcri imbiancati, che appaion belli di fuori, ma dentro son pieni d’ossa di morti e d’ogni immondizia. Così anche voi, di fuori apparite giusti alla gente; ma dentro siete pieni d’ipocrisia e d’iniquità” (Matteo 23:27-28). Dio dunque guarda il cuore degli uomini, e non si lascia trarre in inganno dalla loro apparenza, e difatti in un’altra circostanza, Gesù rimproverò i Farisei dicendo loro: “Voi siete quelli che vi proclamate giusti dinanzi agli uomini; ma Dio conosce i vostri cuori; poiché quel che è eccelso fra gli uomini, è abominazione dinanzi a Dio” (Luca 16:15). Beati dunque coloro che hanno un cuore che teme Dio e che assieme al salmista possono quindi dire a Dio: “Il mio cuore ha timore delle tue parole” (Salmo 119:161), perché essi hanno il favore di Dio. Guai invece a coloro che hanno un cuore malvagio e che coprono la loro malvagità con opere che essi fanno solo per essere osservati e onorati dagli uomini e apparire giusti ai loro occhi. Ma agli occhi di Dio, che scruta i cuori e le reni, essi sono dei malvagi.

Chi ha orecchi da udire, oda

Giacinto Butindaro


Tratto da: http://giacintobutindaro.org/2014/06/17/sepolcri-imbiancati/