pike-massoneLa Massoneria sostiene che ognuno è libero di pensare e credere quello che vuole, e ognuno ha la sua verità perché non esiste una verità assoluta, per cui un Cristiano non può giudicare il non Cristiano dicendo che è nell’errore e che sta andando all’inferno. Infatti per i Massoni Gesù Cristo non ha detto la verità assoluta ma una delle tante verità relative esistenti nel mondo. Per cui coloro che seguono Gesù Cristo, non possono dire ai Mussulmani o ai Buddisti o agli Induisti e così via che sono nell’errore e che stanno andando nelle fiamme dell’inferno, e quindi non possono ORDINARGLI di ravvedersi e di credere nel Signore Gesù Cristo.
Albert Pike (1809-1891), massone del 33° grado e satanista, ha detto per esempio: «La sua Libertà [dell’uomo] significa essere libero d’avere una propria fede ed una propria volontà senza il controllo di poteri esterni. ….. Nessun uomo, o consorzio di uomini, può essere infallibile, nè essere autorizzato a decidere in quale cosa altri uomini debbano credere, qualunque sia il dogma della loro fede» (Albert Pike, Morals and Dogma, Edizione italiana, Vol. 1, pag. 59,60).
Avete capito allora perché tante Chiese SI RIFIUTANO DI ORDINARE ai peccatori di ravvedersi e di credere nel Vangelo, cosa che invece fecero Gesù Cristo prima e poi gli apostoli? Perché sono state massonizzate (dai massoni con o senza il grembiule che sono al loro interno). Uscite e separatevi dalle Chiese massonizzate, e dissodatevi un campo nuovo.
Giacinto Butindaro

Leggete il mio libro ‘La Massoneria smascherata’


Tratto da: http://giacintobutindaro.org/2014/06/23/la-liberta-secondo-la-massoneria/