vittoria-sul-maligno

Quando una squadra di calcio o di basket o di qualche altro sport vince un trofeo, coloro che fanno il tifo per quella squadra gridano a squarcia gola ‘ABBIAMO VINTO!’ e si abbandonano a festeggiamenti di ogni genere, e durante questi festeggiamenti vengono da loro esaltati e celebrati gli artefici del trionfo. Festeggiano però vittorie che sono vanità, che passano, perché “il mondo passa via con la sua concupiscenza” (1 Giovanni 2:17), e gli stessi festeggiamenti passano.
Il popolo di Dio invece – grazie al trionfo che Gesù Cristo ha riportato sui principati e le potestà per mezzo della croce – può rallegrarsi del continuo per questo Suo trionfo gridando sempre: ‘ABBIAMO VINTO IL MALIGNO’ (cfr. 1 Giovanni 2:13), e celebrare del continuo il trionfatore, cioè Gesù Cristo il Figlio di Dio, dicendo: “Degno è l’Agnello che è stato immolato di ricever la potenza e le ricchezze e la sapienza e la forza e l’onore e la gloria e la benedizione” (Apocalisse 5:12).
La vittoria che Dio ci ha donato in Cristo Gesù è infatti una vittoria che durerà in eterno e che sarà quindi celebrata dal Suo popolo in eterno. Gesù infatti morì sulla croce, ma il terzo giorno risuscitò, e dimora in eterno. E dimora in eterno pure chi fa la volontà di Dio.

A Dio sia la gloria in Cristo Gesù ora e in eterno. Amen

Giacinto Butindaro


Tratto da: http://giacintobutindaro.org/2014/07/14/abbiamo-vinto-il-maligno/