predestinati

Dice l’apostolo Paolo: “Or noi sappiamo che tutte le cose cooperano al bene di quelli che amano Dio, i quali son chiamati secondo il suo proponimento” (Romani 8:28). Chi sono dunque quelli che amano Dio? Coloro che Dio ha chiamati dalle tenebre alla sua maravigliosa luce (1 Pietro 2:9), alla comunione del suo Figliuolo Gesù Cristo (1 Corinzi 1:9), e alla Sua eterna gloria in Cristo (1 Pietro 5:10). E li ha chiamati in accordo con il suo disegno benevolo ch’Egli avea formato in sè stesso per loro prima della fondazione del mondo, in quanto essi sono stati preconosciuti da Dio (cioè Dio ha innanzi riposto in loro la Sua affezione) e predestinati individualmente da Dio a diventare figli di Dio, e difatti l’apostolo dice immediatamente dopo: “Perché quelli che Egli ha preconosciuti, li ha pure predestinati ad esser conformi all’immagine del suo Figliuolo, ond’egli sia il primogenito fra molti fratelli; e quelli che ha predestinati, li ha pure chiamati; e quelli che ha chiamati, li ha pure giustificati; e quelli che ha giustificati, li ha pure glorificati” (Romani 8:29-30).
Che diremo, fratelli, dinnanzi a tutto ciò? Diremo che Dio è degno di ricevere la gloria e l’onore e la potenza, perché ci ha “predestinati ad essere adottati, per mezzo di Gesù Cristo, come suoi figliuoli, secondo il beneplacito della sua volontà” (Efesini 1:5).
Perciò, fratelli, vie più studiamoci di render sicura la nostra vocazione ed elezione.

Giacinto Butindaro


Tratto da: http://giacintobutindaro.org/2014/07/25/predestinati/