davide-di-iorioDavide Di Iorio, segretario nazionale delle ADI, il giorno prima dell’incontro ecumenico tra Francesco, il capo della Chiesa Cattolica Romana, e Giovanni Traettino (tenutosi il 28 luglio 2014 nel locale di culto della Chiesa Evangelica della Riconciliazione di Caserta) ha detto: «Allora, cominciamo a dire subito una cosa: noi con l’incontro di domani non c’entriamo niente. Nel massimo rispetto, prendiamo le distanze da un incontro privato che non può preludere in alcun modo ad un riavvicinamento tra le due chiese» (http://www.ilmattino.it/NAPOLI/CRONACA/evangelica-papa/notizie/820265.shtml).

Ma vorrei domandare a lui e a tutti quelli che nelle ADI parlano in questa stessa maniera: ‘Ma che differenza c’è tra quello che ha fatto Giovanni Traettino invitando il ‘papa’ a parlare dal pulpito e quello che ha fatto Renato Mottola, il pastore della Chiesa ADI di Matinella (SA), anni fa, in occasione della dedicazione del nuovo locale di culto, che fece parlare dal pulpito un prete con il presidente delle ADI presente, che non batté ciglio al discorso perverso di quel prete, un discorso perverso quello che fece il prete che ricevette l’approvazione di molti presenti? Ma il prete non è il portavoce a livello locale del pensiero del ‘papa’? E quando mai un prete aveva parlato da un pulpito ADI?’

Ecco il video di quell’evento.

Altri cattivi segnali provenienti dalle ADI from Giacinto Butindaro on Vimeo.

E vi domando pure: ‘Come mai diversi pastori ADI partecipano alla preghiera per l’unità dei Cristiani nei luoghi di culto della Chiesa Cattolica Romana?’

Angelo Bleve infatti, pastore della Chiesa Evangelica A.D.I di San Benedetto Del Tronto, ha partecipato nel 2010 alla preghiera per l’unità dei cristiani presso la parrocchia di Giulianova. Fonte: http://www.parrocchiadellannunziata.it/la-nostra-parrocchia/notizie/45-attualita/89-ottavario-di-preghiera-per-lunita-dei-cristiani.html
Tommaso Fiorentini, pastore della chiesa ADI di Gallipoli, ha partecipato alla ‘Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani’ tenutasi dal 18 al 25 gennaio 2012 presso il Monastero ss. Trinità (delle Clarisse Cappuccine) di Alessano (provincia di Lecce). Fonte: http://giacintobutindaro.org/2012/03/06/pastore-adi-ad-incontro-ecumenico/

Noi la risposta ce l’abbiamo: tra le ADI e la Chiesa Cattolica Romana c’è in atto un riavvicinamento, e le ADI quindi promuovono anch’esse l’ecumenismo con la Chiesa Cattolica Romana.

Quindi la presa di distanza delle ADI dall’incontro tra Francesco e Giovanni Traettino è solo una delle tante manifestazioni di ipocrisia da parte delle ADI che fingono di essere quello che non sono. Infatti vogliono far credere di essere antiecumeniche, quando loro stesse promuovono lo stesso ecumenismo che promuove Giovanni Traettino.

Ravvedetevi e convertitevi, dunque, ipocriti.

Chi ha orecchi da udire, oda

Giacinto Butindaro


Tratto da: http://giacintobutindaro.org/2014/08/04/lipocrisia-delle-adi-sullecumenismo/