brevità-vita

Grazia e pace a voi da Dio nostro Padre e dal Signore nostro Gesù Cristo, che nella pienezza dei tempi è venuto nel mondo per morire sulla croce per i nostri peccati e risuscitare a cagione della nostra giustificazione. Considerate sempre, fratelli, amati da Dio, la brevità della nostra vita: dice infatti il Salmista a Dio: “La mia durata è come nulla dinanzi a te” (Salmo 39:5), e Giacomo il fratello del Signore afferma che siamo “un vapore che appare per un po’ di tempo e poi svanisce” (Giacomo 4:14). E questo affinché siate presi dal timore di Dio, e vi conduciate durante i pochi giorni che ci rimangono da vivere sulla terra in maniera degna di Dio, facendo la Sua volontà verso di noi, che è quella che noi viviamo temperatamente, giustamente e piamente (Tito 2:12). Non imitate dunque coloro che camminano da nemici della croce di Cristo, i quali hanno l’animo alle cose della terra, camminano secondo le loro concupiscenze, i quali si gloriano di quello che torna a loro vergogna, e disprezzano coloro che hanno nel loro cuore un santo timore di Cristo il Signore. Questi uomini sono malvagi, e la loro fine è la perdizione, come ci ha espressamente detto il nostro caro fratello Paolo da Tarso. Siate imitatori degli apostoli e coloro che seguono il loro esempio, e non vi lasciate spaventare nè turbare dalle accuse dei nemici di Dio, che sono false. State dunque fermi in tutta la volontà di Dio, aspettando l’apparizione del nostro grande Iddio e Salvatore Gesù Cristo, davanti al cui tribunale dobbiamo comparire affinché, come dice Paolo, “ciascuno riceva la retribuzione delle cose fatte quand’era nel corpo, secondo quel che avrà operato, o bene, o male” (2 Corinzi 5:10). La grazia sia con voi.

Giacinto Butindaro


Tratto da: http://giacintobutindaro.org/2015/08/13/considerate-la-brevita-della-vostra-vita/