santificazione-timore

Dice l’apostolo Paolo ai santi di Roma: “Io parlo alla maniera degli uomini, per la debolezza della vostra carne; poiché, come già prestaste le vostre membra a servizio della impurità e della iniquità per commettere l’iniquità, così prestate ora le vostre membra a servizio della giustizia per la vostra santificazione. Poiché, quando eravate servi del peccato, eravate liberi riguardo alla giustizia. Qual frutto dunque avevate allora delle cose delle quali oggi vi vergognate? poiché la fine loro è la morte. Ma ora, essendo stati affrancati dal peccato e fatti servi a Dio, voi avete per frutto la vostra santificazione, e per fine la vita eterna: poiché il salario del peccato è la morte; ma il dono di Dio è la vita eterna in Cristo Gesù, nostro Signore” (Romani 6:19-23).
Notate che ci è ordinato di prestare le nostre membra a servizio della giustizia per la nostra santificazione, il che significa che noi dobbiamo servire la giustizia tramite le nostre membra per avere come frutto la nostra santificazione. In questa maniera compiamo la nostra santificazione nel timor di Dio (cfr. 2 Corinzi 7:1). Chi ha orecchi da udire, oda.

Giacinto Butindaro


Tratto da: http://giacintobutindaro.org/2015/08/12/la-nostra-santificazione/