pornografia-adulterio

La pornografia può portare una persona sotto l’influenza, se non addirittura sotto il controllo, di entità demoniache che spingeranno inesorabilmente il malcapitato alla distruzione. Gli attori e le attrici pornografiche non si rendono conto di avere ciascuno di loro almeno un demone che li spinge a compiere fornicazione e anche a far cadere altri nel peccato. Vi ricordate di Maria Maddalena? Era una prostituta ed è scritto che Gesù cacciò da lei ben sette demoni (cfr. Marco 16:9). Infatti non solo chi è nell’industria pornografica sta peccando ma anche chi usufruisce dei video online sul web visto che sta commettendo adulterio. Questo non lo dico di certo io ma il Signore Gesù Cristo: “Voi avete udito che fu detto: Non commettere adulterio. Ma io vi dico che chiunque guarda una donna per appetirla, ha già commesso adulterio con lei nel suo cuore. Ora, se l’occhio tuo destro ti fa cadere in peccato, cavalo e gettalo via da te; poiché val meglio per te che uno dei tuoi membri perisca, e non sia gettato l’intero tuo corpo nella geenna. E se la tua man destra ti fa cadere in peccato, mozzala e gettala via da te; poiché val meglio per te che uno dei tuoi membri perisca, e non vada l’intero tuo corpo nella geenna” (Matteo 5:27-30). Non vi sembrano familiari queste parole? Si parla di occhio e di mano destra. Cosa fanno le persone quando guardano la pornografia? Finiscono inevitabilmente nel masturbarsi. Quindi peccano sia compiendo impurità che compiendo adulterio visto che desiderano in cuor loro trovarsi in quella stessa scena sessuale che stanno guardando proprio in quel preciso istante. Ma non si rendono conto che così facendo stanno aprendo la porta ai demoni nella propria vita. Stanno contribuendo anche all’avanzamento del regno delle Tenebre del diavolo mentre dovrebbero pregare e digiunare per la sua distruzione. La pornografia inoltre rischia di diventare una dipendenza tale da non permettere alla persona (che può essere anche credente) di pregare, digiunare, studiare la Bibbia e meditarla giorno e notte e stare in comunioni con i fratelli e le sorelle in Cristo. Proprio quello che vuole il diavolo! Ah, se solo molti avessero occhi spirituali vedrebbero loro stessi i demoni e gli spiriti maligni presenti nei siti e nei video pornografici e dal timore non si azzarderebbero più ad aprirli, nemmeno per un secondo soltanto! Ecco perché dobbiamo pregare Dio di aprirci sempre di più gli occhi per essere in grado di vedere la battaglia spirituale che ci circonda. Proprio come è scritto in 2 Re 6 quando Eliseo pregò Dio di aprire gli occhi dei suoi servitori che si trovavano in mezzo alla battaglia! Già i nostri occhi! La Scrittura dice che Dio ha “occhi troppo puri per sopportar la vista del male”, e che non può “tollerar lo spettacolo dell’iniquità” (Abacuc 1:13). Questi devono essere i nostri occhi, ed infatti anche Davide si studiava di condursi in questo modo: “Non mi proporrò cosa alcuna scellerata” (Salmo 101:3). Allo stesso modo dice l’apostolo Paolo: “astenetevi da ogni specie di male” (1 Tessalonicesi 5:22). In altre parole dobbiamo astenerci da qualsiasi rappresentazione audio o visiva del male e quindi anche dalla pornografia. Gesù inoltre in Matteo 15:18-20 dice che le cose che contaminano l’uomo sono quelle che vengono dal suo cuore e cioè pensieri malvagi, adulterî e fornicazioni. Quindi guardare la pornografia contamina l’uomo in quanto vizia il suo occhio e a tal proposito sta scritto: “La lampada del corpo è l’occhio. Se dunque l’occhio tuo è sano, tutto il tuo corpo sarà illuminato; ma se l’occhio tuo è viziato, tutto il tuo corpo sarà nelle tenebre. Se dunque la luce che è in te è tenebre, esse tenebre quanto grandi saranno!” (Matteo 6:22-23). Ricordatevi anche delle parole che Dio rivolse a Caino: “ma, se fai male, il peccato sta spiandoti alla porta, e i suoi desideri son vòlti a te; ma tu lo devi dominare!” (Genesi 4:7). Anche noi dobbiamo dominare i demoni che si annidano nell’industria pornografica e che vengono a bussare alla nostra porta cercando di convincerci con le loro bugie ad aprir loro l’ingresso della nostra vita. Ogni volta che si guarda un contenuto pornografico si fanno entrare demoni in casa e aumenta il rischio di influenza e oppressione demoniaca nella vita di una persona, anche credente. Che questa possa sempre essere la nostra preghiera:

“Distogli gli occhi miei dal contemplare la vanità, e vivificami nelle tue vie.” (Salmo 119:37)

Gianluca Colucci