dio-geloso

Ecco alcune parole scritte nei Salmi e che si riferiscono agli Ebrei – il popolo che Dio ha preconosciuto – che provocarono Dio ad ira e gelosia. “lo provocarono ad ira coi loro alti luoghi, lo mossero a gelosia con le loro sculture. Dio udì questo, e si adirò, prese Israele in grande avversione, onde abbandonò il tabernacolo di Silo, la tenda ov’era dimorato fra gli uomini; e lasciò menare la sua Forza in cattività, e lasciò cader la sua Gloria in man del nemico. Abbandonò il suo popolo alla spada, e s’adirò contro la sua eredità. Il fuoco consumò i loro giovani, e le loro vergini non ebber canto nuziale. I loro sacerdoti caddero per la spada, e le loro vedove non fecer lamento.” (Salmo 78:58-64). Coloro che provocano Dio ad ira e a gelosia dunque vanno incontro ai giudizi di Dio, che sono giudizi giusti, perché Egli è un giusto giudice. Nessuno si illuda, questo è quello che fa Dio a coloro che lo provocano ad ira e gelosia, li castiga. Egli è un vendicatore, e non lascia impunito il colpevole. Come dice il profeta Geremia: “L’Eterno è l’Iddio delle retribuzioni, non manca di rendere ciò ch’è dovuto” (Geremia 51:56).

Chi ha orecchi da udire, oda

Giacinto Butindaro


Tratto da: http://giacintobutindaro.org/2015/09/11/un-dio-che-si-adira-un-dio-geloso/